Materiali

Essendo un'artigiana orafa, iscritta all'albo dei detentori del marchio orafo (il mio punzone è il *670TO) realizzo i miei gioielli con metalli preziosi e le loro leghe.

Quali sono i metalli preziosi?

Argento, oro, platino i più utilizzati e vengono definiti così grazie alla loro rarità e longevità. Oltre alla loro bellezza, possiedono qualità fisiche come la malleabilità e durevolezza che li rendono perfetti per la creazione di gioielli.

Utilizzo questi materiali declinati nelle loro leghe, in particolare:
- Argento 925
- Oro 9kt (nelle colorazioni giallo, rosso e bianco)
- Oro 18kt (nelle colorazioni giallo, rosso, bianco, verde e champagne)

Oro 9kt o oro 18 kt?

In oreficeria si definisce titolo la percentuale di metallo prezioso nella lega in cui viene realizzato un gioiello. Si tratta di una grandezza adimensionale che esprime il rapporto tra massa di metallo prezioso fine rispetto alla massa totale della lega che compone il monile.

L'oro 18kt è un materiale a titolo 750/000, ciò significa che su 1000 parti 750 sono composte da oro puro ed il resto saranno argento e rame (proporzionati in base alla colorazione che si vuole dare al metallo.)

L'oro 9kt è un metallo a titolo 375/000, questo vuol dire che, rispetto al 18kt, la quantità di oro puro contenuta nella lega è esattamente la metà. Questo comporta, a livello estetico, una colorazione (quando declinato in giallo) più pallida, meno satura di giallo; a livello economico, ovviamente, un costo inferiore.

E' bene ricordare che, essendo all'interno della lega, maggiore la presenza di rame e argento, l'oro 9kt potrebbe (dipende dal ph della pelle) ossidare leggermente.

 

Se hai altre domande in merito ai materiali utilizzati, scrivimi una mail a info@liengioielli.com, sarò felice di risponderti!